14070

#14070
livia
Partecipante
  • Disciplina preferita:

    TIPS:
    Per le previsioni: windguru, windfinder.

    Per il volo: tuta e scarpe da ginnastica con tutti gli strati possibili addosso perché il bagaglio in stiva sarà per l’attrezzatura ed il bagaglio a mano è di 10 chili (con Emirates).
    Per il soggiorno:

    Crema solare;
    Tappi per le orecchie;
    Casco!
    muta invernale (minimo 4 millimetri, massimo 5), qualcuno usa la 3/2 perché la temperatura esterna è calda. È un azzardo, ma alla prossima occasione, ci penserò.
    vestiti il minimo essenziale, e comunque caldi alla sera fa freddo.
    Un buon paio di scarpe da ginnastica serviranno nelle escursioni a table mountain e lion’s head.

    Nei viaggi lontani, è considerato gesto di cortesia, quando si sorpassa accendere le luci di emergenza a chi ti lascia sorpassare.

    Mangiare: la colazione da Carlucci è un must, ci si incontra praticamente tutti là, anche Melissa è un luogo frequentato per la colazione;
    per mangiare alla sera, Table view ha diverse opzioni, aperitivo al pakalolo post uscita, e per contemplare il tramonto, ma le serate migliori sono a casa a riprendersi da giornate molto impegnative con tutti gli amici a raccontare le proprie esperienze.

    Cosa porto a casa:
    molto, moltissimo, sicuramente soddisfazione, perché mai avrei pensato, rispetto l'anno scorso, di vedere tutte queste differenze. C'è moltissimo da migliorare, ma questo viaggio è stata la mia risposta ai dubbi che ho avuto per lunghissimo tempo se tornare o meno in sud Africa.
    Un grazie affettuoso ai Maghi per avermi sostenuta, incoraggiata e trattenuta nei momenti giusti; grazie a Fabio Calò ed a Nanni Griffini per le lezioni dentro e fuori dall'acqua, grazie agli amici che dall'Italia non mi hanno fatto mancare il loro sostegno. Da ultimo ma non ultimo, visto che sto scrivendo ancora da Cape Town, grazie alla mia famiglia che non vedo l'ora di abbracciare.

    CONCLUSIONI: ho conosciuto molte persone in questi mesi che fanno abitualmente esperienze all'estero e che ancora non si sentono pronte per il sud africa. Spero che la mia testimonianza, possa dimostrare che il sud Africa non è un posto facile, non lo è, ma che è un punto di partenza e non un traguardo.

    [br][link={e_FILE}public/1547241512_6636_FT14064_happy.jpg][img:width=600&height=474]{e_FILE}public/1547241512_6636_FT14064_happy_.jpg[/img][/link][br]