Il Morto oggi: oltre gli anemometri … verso il lambrusco.

Home Forum Awiv Gli altri spot Lago Santa Croce – Lago Morto Il Morto oggi: oltre gli anemometri … verso il lambrusco.

Stai visualizzando 1 post (di 1 totali)
  • Autore
    Post
  • #12225
    livia
    Partecipante
    • Disciplina preferita:

      Basandomi esclusivamente su Meteo Allerta, questa mattina mi ero organizzata per partire; sveglia presto, 5 e 45 , e mi arriva un messaggio di un mio amico che per questione di privacy si chiamerà “il mio Amico” che mi dice che sta andando al Morto. Super!!!
      Gli anemometri segnavano 8/15, stranissimo per il Morto, ma potevano segnare anche 2/3 che con il mio Amico lì sarei partita comunque; con lui ho cominciato a conoscere il Morto l’anno scorso da novembre fino a metà dicembre … le prime avventure le abbiamo vissute assieme.
      Arrivo e lo vedo planare a stecca con la 4 e 7; senza pensarci armo la 5 e 2 con la prolunga a 20 cm, oramai non ho neanche più dubbi su quale vela armare, esiste solo lei ed entro in acqua con i kyters tedeschi sempre molto gentili e sorridenti, e non è una battuta.
      Raffiche potenti, ma potenti davvero, con qualche calo di velocità alla fine dei bordi ma una situazione ben diversa da quella indicata dagli anemometri (non me se ne voglia, gli anemometri sono la nostra salvezza, ma la velocità in acqua era superiore a quella indicata nei grafici e lo so per certo perché le ultime uscite le ho fatte con poco vento ed oggi al Morto c’ era tutto tranne che … quel poco vento segnato dagli anemometri.).
      Il mio amico planava con la 4 e 7 ed il suo 110 litri, mentre io planavo con la 5 e 2 e la 116 litri: avrei voluto provare l’ Astrorock per poi passare alla 116 litri, ma non avevo abbastanza tempo.
      Comunque belle planate lunghe e piene, terminate con una discussione con il mio Amico che si chiedeva se non si sarebbe trovato meglio con una vela più grande, del tipo una 6 e 2.
      Dopo un confronto, ha concordato con me che sul fatto che sicuramente si sarebbe trovato meglio fuori dalla raffica, rispetto alla 4 e 7, ma dentro la raffica non se la sarebbe certo goduta, anzi … anche i più bravi, per quanto bravi siano, scendono di misura con il vento forte: non è questione di padronanza della vela, ma di limiti umani.
      Per me è stata una soddisfazione perché comincio ad avere le mie opinioni e riesco a sostenerle con convinzione e fondamento, poi naturalmente si possono non condividere: questo significa cominciare a capire questo sport, non solo amarlo.
      Inoltre, questa mattina mi ero detta, dopo aver visto ieri il filmato della strambata in planata, che avrei dovuto quanto meno provarla e dal momento che non c’era nessuno nelle vicinanze (è pericoloso starmi vicino quando provo le manovre) un paio di volte ho provato, le planate erano quelle giuste ed avevo tutto lo spazio a disposizione: via il piede posteriore dalla strep e ho cominciato a strambare e poi…. Splash. Qualcosa si è sentito: innanzitutto non ho perso la planata, come era successo un paio di settimane fa, l’ultima volta che c’è stato vento ahinoi, poi mi sono resa conto che il peso del corpo era impostato nel modo giusto e le ginocchia erano piegate come da filmato di Tricktionary… piccoli passettini, grandi per me che non sono abituata ad imparare le cose da sola.
      Colazione lampo al solito bar con bicchiere di Lambrusco offerto dalla casa, peccato che sono praticamente astemia; l’uscita con il mio amico, la strambata in planata che comincia ad avvicinarsi, il Lambrusco, hanno lasciato un sorriso e guance rosse.
      Comprensibilissimo che qualcuno questa mattina abbia deciso di non partire, ma ahi noi c’era da divertirsi; la conferma che se si può, ogni tanto bisogna rischiare anche se i grafici non sono invitanti, accettando la possibilità di trovare poco. Oggi così non è stato … Domenica invece il vento non c’è stato anche se per un attimo sembrava potesse fare.
      Un abbraccio con il singhiozzo…[br][link={e_FILE}public/1474364676_6636_FT0_immagine.jpg][img:width=600&height=434]{e_FILE}public/1474364676_6636_FT0_immagine_.jpg[/img][/link][br]

    Stai visualizzando 1 post (di 1 totali)
    • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.

    Chat

    • Andrea 12 Dicembre 2021
      Salto a Sottomarina!
    • Andrea 12 Dicembre 2021
      ieri fatto ultima sessione dell'anno al Canarin ...sole e senza guanti. Ci rivediamo in acqua a febbraio!!!
    • Rix 11 Dicembre 2021
      Ciao Gianlu69, l'irom non è il posto ideale per il foil. Nei giorni di alta marea si può anche fare. In base alla marea ci sono giornate dove ci sono 2 metri d'acqua ed altre dove ci sono 30 cm. Il bello del wing è che non ha bisogno di troppo vento, quindi calibrandosi sulle maree penso si possa sfruttare. Alcuni soci hanno fatto windsurf-foil. Se vuoi maggiori informazioni scrivici alla mail: associazione.awiv@gmail.com
    • Gianlu69 30 Novembre 2021
      Buongiorno a tutti È’ possibile uscire con il wing Foil, ho letto che il fondale e basso. A noi servono circa 1,5m Grazie anticipatamente
    • Andrea 7 Novembre 2021
      ieri secondo giorno a Sottomarina e via con i primi salti sulle onde... bellissimo!!! Consigliato a tutti!