6612

#6612
guelfo
Partecipante
  • Disciplina preferita:

    ciao a tutti!

    allora in primis ringrazio coloro che mi hanno sostenuto in questi giorni, hanno trovato il tempo per leggere, e pure hanno convenuto con i miei ragionamenti e con voi ho cercato di condividerli, è già una buona cosa averli potuti esprimere.

    dico questo anche perchè mi stavo ponendo alcune domande su quella che è la mia visione di cio' che "sento" giusto o meno, ed avevo bisogno di confrontarmi.

    cosa faro?

    è molto chiaro, verro' il 28 gennaio e paghero' i 10 euro dell'associazione e…gli anemometri.

    dopo di che aspettero' di sapere quanti soldi serviranno davvero,anche perchè alla fine neppure il direttivo, lo sa ancora, e difatti non poteva saperlo…
    nella mia prima lettera ho scritto "contiamoci" prima di parlare di cifre…

    ho anche seri dubbi che non sarebbe stato meglio fare un'assemblea "straordinaria" dato che
    i lavori di sistemazione andavano proprosti a tutti e non decisa da un numero ristretto, io la vedo come una innovazione, rispetto al mandato per cui ho votato il direttivo due anni fa.
    e dico questo senza polemica ma perchè la vedo come via maestra per tutto cio'.

    volevo chiedere la parola per esprimere un'idea che ho riguardo alla questione, è possibile?
    e interessa, credo di no, bè si deve rischiare di fare una brutta figura ed io ho rischiato, e il bello è che non ho nessun interesse personale tutt'altro.

    cosa volevo proporre…

    bè la mia visione è: siamo tutti inquilini di uno medesimo palazzo, e nessuno puo' essere mandato fuori, si puo' decidere che so. di fare una spesa straordinaria…ad esempio un ascensore,
    bè per chi ci capisce qui si divide la spesa in "millesmi" insomma uno che abita al primo piano
    non puo' pagare come uno che abita al 5° sbaglio?

    ecco che uno che abita a belluno o sacile io non gli dico tu non puoi entrare, semplicemente
    non deve pagare la stessa quota di chi abita a mestre o giu' di lì..

    abbiamo paura che uno di belluno ci consumi il vento?

    la maggior quota ce la accoliamo noi che andiamo all'irom semplice no?
    niente bollini o soci di seria a o b…

    l'ho buttata così……….è tanto brutta sta proposta…?
    si tratta sempre come scrive diegollito, di raccogliere le adesioni di chi frequenta l'irom, perchè son loro che usufruiranno delle innovazioni. e se per un paio di volte, faccio un nome loris di santa croce, viene a trovarci noi lo accoglieremo con gioia…

    magari poi saranno loro che spontaneamente daranno qualcosa in piu'..

    ecco lo spirito del windsurf cui accennavo…

    vi sembra assurdo? va ben ve vuj ben…ciaooooooooo