Menù Principale
Online
Ospiti: 5
Utenti: 0
In questa pagina: 1
Totale: 507, Ultimo: DominicGalison
Compleanni oggi:
Nessun compleanno oggi

Prossimi compleanni
18/01 Maria (42)
19/01 afodiha (31)
20/01 Salvo (57)
Chat Box
You must be logged in to post comments on this site - please either log in or if you are not registered click here to signup

bullet COKERINO
[17 Jan : 11:11]
Molto belle le foto.... mi sembra più che impegnativo....... FORZA LIVIA
bullet Livia
[16 Jan : 17:11]
Spero facciano piacere
bullet Livia
[16 Jan : 17:11]
Vedi link... Per Gabri, Luke and co
bullet Gigi crostatina
[16 Jan : 13:47]
Auguroni Gaia !!!!!
bullet Livia
[16 Jan : 08:59]
Precisa come sempre Gabri. 🤙🏻🤙🏻🤙🏻
bullet Gabri
[16 Jan : 07:00]
Mi permetto di allacciarmi al discorso vele. Per quanto riguarda l'utilizzo di una vela Free Style per fare Wave e viceversa è possibile in entrambi i casi. Solo questione di gusti, di livello e sensibilità. La costruzione di una Free Stile è più leggera e meno rinforzata oltre che aver materiali più fini. Le FS moderne rispetto alle wave che potevano essere usate anche per freestyle fino a 10 anni fa, hanno più grasso verticale sul giro d’albero e meno orizzontale per potersi infilare nel vento nelle manovre duck. Inoltre hanno grasso più alto e balumina più chiusa per avere tiro immediato. Ovviamente sono meno stabili. Le wave hanno più profilo sotto le stecche. Puoi usare una vela Wave per fare Free Style se non fai manovre in duck tipo flaka e spock. Se fai Wave con una FS è magari sufficiente dare più tensione di caricabasso per aprire di più la balumina e non avere un trattore in mano quando vai a fare il cut back.
bullet Livia
[16 Jan : 06:42]
Sette e quaranta... li ho buttati giù dal letto tutti, si parte per il Capo di buona speranza; ero preoccupata per la schiena, ho sottovalutato un'onda ieri, senza buttarmi sotto la schiuma, ma tutto in ordine. Speriamo di riuscire a combinare qualcosa di buono.
bullet Livia
[15 Jan : 10:24]
Obiettivi da raggiungere in questi giorni stabiliti: partenza in planata immediata e saltare sulle onde. Caschetto ed impact vest pronti.
bullet Livia
[15 Jan : 09:28]
Inizia la settimana di fuoco... da oggi per tutta la settimana o si surfa o si frulla.
bullet Livia
[14 Jan : 21:16]
Un po' per fatalità, un po' per ricerca, ho capito, con non poche difficoltà, perché c'è chi fa freestyle con la vela wave; sintetizzando " con una vela wave, armata bene, puoi fare freestyle, con una freestyle non farai mai wave".

IromBeach è salva
IromBeach è salva: trovato l’accordo per permettere ai surfisti di arrivare fino all’acqua della laguna

Giovedì 11 Giugno 2009, Buone notizie per i figli dell’acqua e del vento di Irombeach - si pronuncia "aironbicc".  E’ stato infatti trovato l’accordo tra la raffineria Petroven e Magistrato alle acque per consentire ai surfisti di accedere all’acqua per mettere giù le tavole. 
Irom Beach - l’ironica denominazione risale al 1986 - è quella specie di landa desolata che si trova di fianco ai Pili, all’inizio del Ponte della libertà. 
Terra inquinata, acqua avvelenata, eppure da oltre vent’anni i surfisti di mezzo Veneto hanno eletto questo postaccio nuovo paradiso per il windsurf. Qui i surfisti non danno fastidio a nessuno e qui, ad Irom Beach, sembra si diano appuntamento i venti più forti della laguna. 
Quando tira bora i "fratelli" filano come siluri sulle onde, su e giù a fianco del ponte della Libertà. 
Sono quasi 300 gli iscritti alla Associazione Windsurf Irom Beach-Venezia e tutti erano preoccupati perchè sembrava che da un momento all’altro sfumasse la possibilità di accedere all’acqua e, dunque, al vento. 
E invece il Magistrato alle acque nella persona dell’ing. Giampietro Mayerle assieme al direttore di Petroven, Antonio Lenti, hanno trovato questa soluzione: verrà riscritta la concessione per cui Petroven avrà a disposizione 2 mila metri quadrati in meno rispetto agli attuali 63 mila. 
Così il Magistrato alle acque potrà creare un corridoio di circa 4 metri tra il parcheggio delle autobotti e l’area dei serbatoi della raffineria. Quel corridoio è sufficiente ai surfisti per passare con le macchine e arrivare fino all’acqua.
Adesso, una volta trovato l’accordo, basta preparare la nuova convenzione, firmarla e dare il via a i lavori.  Dunque la stagione è salva e il sogno continua.
E così, se i ragazzi di Irombeach ce la fanno a resistere avremo due punti di riferimento per gli sport che aiutano a conoscere la laguna senza rovinarla.
In punta San Giuliano il polo nautico per le barche a remi e a vela, dall’altra parte del ponte il polo del vento, per tavole a vela.





Posted by Amministratore on Friday 12 June 2009 - 15:17:59 | Comments are Off
Benvenuto
Nome di Login:

Password:



[ ]
[ ]
Come arrivare ad Irom Beach


Percorrete Via Martiri della Libertà in direzione Venezia, superate sulla vostra destra la Fincantieri e il Centro Vega. Appena superato il sovrappasso pedonale (in vetro-plexiglass di recente costruzione) girate subito a destra imboccando via dei Petroli. La percorrete per circa 800 metri e siete arrivati all'Irom beach. Aprite il cancello (è necessario essere soci per accedere all'area) e ...buona surfata.
Rilevazioni Windfinder
Previsione Marea
Intestazione




Data di pubblicazione: Non conosciuto(a)
Dettagli
EoloNordEst
News del 2018
LuMaMeGiVeSaDo
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031 
 
Feed RSS
Le news possono essere distribuite con sistema RSS.
rss1.0
rss2.0
rdf


Realizzazione Awiv Admin 2010(c)
e107, rilasciato sotto licenza GNU GPL.