Menù Principale
Online
Ospiti: 16
Utenti: 0
In questa pagina: 1
Totale: 518, Ultimo: STEFANO65
Compleanni oggi:
Nessun compleanno oggi

Prossimi compleanni
25/08 ita4012 (49)
25/08 icebatif (33)
27/08 bobbitx (54)
Chat Box
You must be logged in to post comments on this site - please either log in or if you are not registered click here to signup

bullet Livia
[19 Aug : 18:05]
Grazie a te Rix, le uscite in compagnia sono il vero Windsurf; come dici tu Malcesine, come Sottomarina vanno provati, in compagnia. Grazie ad Ak quando mi scrisse, ricordo bene, due anni fa, “vieni a Sottomarina che è buono per te oggi”. So che oggi vi siete divertiti al Morto, dovrebbe fare in questi giorni. Se si riesce bisogna approfittarne perché tra un paio di settimane inizierà a cambiare l’orario dell’alba, ma speriamo che arrivi qualche nord est a casa Irom. Rix, bene scoprire che il Windsurf è terapeutico 😂😂😂😂.
bullet Livia
[19 Aug : 14:26]
http://www.awiv.it/e107_plugins/forum/forum_viewtopic.php?13906.last Come affrontare Malcesine e le prime onde, anche a lago.
bullet Livia
[19 Aug : 12:29]
😂😂😂 contenta di esserti stata d’aiuto.
bullet andreaa
[18 Aug : 21:58]
Si Livia, grazie della dritta nel vero senso della parola.
bullet Livia
[18 Aug : 18:56]
Ottimo Andrea, hai notato la differenza uscendo mure a dritta?
bullet andreaa
[18 Aug : 15:36]
Lago Morto: https://youtu.be/n0Xey7PTXys
bullet andreaa
[17 Aug : 20:58]
Scusate ma l'anemometro di Conche ...ritornerà attivo? Potete contattare chi può sistermarlo?
bullet Livia
[17 Aug : 16:41]
P.s. Le foglie non mentono mai.
bullet Livia
[17 Aug : 16:39]
Bravo Phil, le tue indicazioni sono utilissime. Oggi Pier con 4 ore belle intense, 5,1 leggermente grande ma gestibile. Appena appena light la prima mezz’ora, buono per fare esercizi in condizioni più difficili, poi a palla di cannone. Belle emozioni.
bullet ASD ZizzaStyle
[17 Aug : 15:32]
Quindi il metodo " guardare le foglie " funziona ancora!

View all posts (10235)
Forum
Una dura lezione
robi60
Mon Nov 20 2006, 04:15PM

robi60
messaggi: 172
Registrato il: Wed Sep 06 2006, 04:26PM
{LOCATION}
Utenti Registrati #97
Caorle, spiaggia di levante. Parcheggio all'inizio del viale davanti ai negozi, per evitare sorprese. Ostro leggero, il bordo a uscire porta verso il largo. Fuori il mare è grosso. Vado su e giù ma non rinforza. Allora punto verso il fiume, dove so esserci qualche nodo in più. Si plana, corro ancora un pochino. Strambo prima delle onde. Cado. In acqua una corrente bestiale che spinge ... FUORI. Vengo letteralmente risucchiato verso il largo dove schiantano grosse onde. Cominciano le lavatrici, una, due ... perdo il conto. Un'onda mi strappa via l'attrezzatura. So che devo riprenderla, non ho il giubbotto e le bracciate sono pesanti.
La raggiungo in affanno, ma la risacca inesorabile mi riporta verso le onde. Vado sotto di nuovo e bevo. Devo togliermi di lì e nuoto con tutte le forze verso il largo. Lontano dai frangenti ho un pò di respiro, sarò a 1km dalla costa. Provo un pò di partenze dall'acqua ma il vento è calato. Tento invano di recuperare la vela, il mare è troppo mosso. La colonia è sempre più lontana, i kiters non mi sentirebbero neanche. Passa il tempo, freddo e sconforto aumentano. Purtroppo so quello che devo fare ma non vedo altra via d’uscita: premo il bottone.
Mentre remo con le braccia sopra la tavola guardo sconsolato il rig che se ne va.
Non è ancora finita. Iniziano le morse dei crampi ai polpacci. Con una mano tengo la strap, l'altra tira il piede. Ma non passa. Stringo i denti e accetto il dolore fino a dimenticarlo. Quando dopo un tempo infinito esco dall'acqua non riesco a parlare. La mandibola saltella anche dopo il red bull, la cioccolata calda, in barrette e i vestiti asciutti (a proposito ringrazio quelli che mi hanno confortato a riva). Inutile dire che la perlustrazione in Brussa fatta più tardi alla disperata ricerca del rig è stata tempo perso. Diciamo che ho trovato un sistema radicale per cambiare l'attrezzatura.

Ma quando mi sarà passato lo shock e deciderò ancora di uscire, cercherò di non dimenticare questi “comandamenti” :

- Mai fidarsi dei canali, specialmente in certe condizioni dove si somma la corrente del fiume alla marea calante e alla risacca dela mare di scirocco. Vale per il Negrisolo a porto Falconera come per la foce del Piave a Cortellazzo (vedi tramontana qualche anno fa !).

- Il giubbotto salvagente sarà scomodo ma risparmia le forze (vitali) necessarie a nuotare in caso di perdita dell'attrezzatura (in garage, utilizzato solo per i laghi)

- Una vecchia semistagna dopo un'ora e mezza in ammollo, non protegge più. L'ipotermia è in agguato anche se l'acqua non è particolarmente fredda (muta nuova a casa).

- Mai al largo da solo, tantomeno fuori stagione e con vento incerto. Se proprio si vuole uscire, stare vicino a riva (basta bordi solitari all’orizzonte per qualche nodo in più !)

Scusate il tono pesante, non volevo turbare l’atmosfera goliardica del forum. Le circostanze in cui mi sono trovato sono eccezionali e me la sono un po’ andata a cercare.
Le rendo note affinchè qualcun altro non finisca in situazioni simili. E anche per provare a liberarmi dai flashback che mi ossessionano in questi giorni.
ASD ZizzaStyle
Mon Nov 20 2006, 08:51PM


nel vento il suono della poesia
messaggi: 2479
Registrato il: Thu Jun 22 2006, 09:43PM
{LOCATION}
Utenti Registrati #47
ciao roberto, appena fabio mi ha parlato,della tua disavventura, ho provato a chiamarti, ho perso il tuo numero. io l'anno scorso ho avuto la tua stessa esperienza, però eravamo in dicembre, avevo fatto pochi bordi, ero fuori con la 4,4 il 75 lt. è la tavola che avevo riattaccato, era la prima uscita dopo la riparazione. arrivo al largo e alla prima strmabata si è staccato l'albero.......i ragazzi vicini non mi hanno visto, le onde erano altine e non mi si vedeva, all'inizio ho pensato è scirocco mi portaq dentro, la tavola ha preso un,onda ed è schizzata via, ho provato a riprenderla ma l'onda successiva è stata eloquente, impossibile, ho avuto il problema che le schiume non mi facevano respirare, bè la faccio breve ho cercato ddi stare a galla usando la vela e mi sono fatto tirare dalle onde fino alla brussa......ok quando ci vediamo ti dirò il seguito, se hai il mio numero mandami un sms, una cosa l'ho capita, caorle sembra un posto sicuro , pensi sono all'interno di una baia, è un errore che potevo pagare caro, però son tornato in ottobre, e ho superato i miei timori, però.....un abbraccio guelfin,s

P 7 !

Istruttore Wind Surf Sup
CSEN / Coni

ZizzaStyle....corsi Base A1 & A 2

****************************
robi60
Thu Nov 23 2006, 10:04AM

robi60
messaggi: 172
Registrato il: Wed Sep 06 2006, 04:26PM
{LOCATION}
Utenti Registrati #97
Bè le (brutte) esperienze condivise consolano un pò e testimoniano la pericolosità potenziale di certe zone.
Ti ringrazio per le parole, sono come una bella pacca sulle spalle.

A presto
Roberto (3480176686)
ASD ZizzaStyle
Sat Dec 30 2006, 04:42PM


nel vento il suono della poesia
messaggi: 2479
Registrato il: Thu Jun 22 2006, 09:43PM
{LOCATION}
Utenti Registrati #47
AUGURI ROBERTO...........CHE IL TUO RACCONTO SIA DI MONITO....


MA ANCHE CHE TU POSSA RITROVARE
LA SERENITA', E SURFARE IL TUO SPOT..
PER ANTONOMASIA.....PERCHE' PER ME SEI E

RESTI ROBERTOCAORLE CIAO

P 7 !

Istruttore Wind Surf Sup
CSEN / Coni

ZizzaStyle....corsi Base A1 & A 2

****************************
robi60
Fri Feb 02 2007, 11:41AM

robi60
messaggi: 172
Registrato il: Wed Sep 06 2006, 04:26PM
{LOCATION}
Utenti Registrati #97
A VOLTE RITORNANO ...





Il rig è stato perso il 18 novembre !
ASD ZizzaStyle
Fri Feb 02 2007, 05:03PM


nel vento il suono della poesia
messaggi: 2479
Registrato il: Thu Jun 22 2006, 09:43PM
{LOCATION}
Utenti Registrati #47
bella notizia.....roberto...
tra l'altro ci siamo incrociati in h2o martedì scorso...

abiamo vinto la paura....

io usciro' sempre dalla chiesetta mi trovo meglio...

e poi se proprio andasse male...

uscirei sempre dalla chiesetta....hemmm!!

P 7 !

Istruttore Wind Surf Sup
CSEN / Coni

ZizzaStyle....corsi Base A1 & A 2

****************************
ASD ZizzaStyle
Fri Feb 02 2007, 05:06PM


nel vento il suono della poesia
messaggi: 2479
Registrato il: Thu Jun 22 2006, 09:43PM
{LOCATION}
Utenti Registrati #47
la chiesetta..


P 7 !

Istruttore Wind Surf Sup
CSEN / Coni

ZizzaStyle....corsi Base A1 & A 2

****************************
 

Salta:     Torna ad inizio pagina

Benvenuto
Nome di Login:

Password:



[ ]
[ ]
Windsurf School ASD Zizzastyle
Unisciti alla passione! Impara anche tu a surfare e planare dominando il vento! La laguna è lo spot ideale per imparare!!
Maggiori info qui, clicca qui http://www.awiv.it/e107_plugins/forum/forum_viewtopic.php?13745

Come arrivare ad Irom Beach


Percorrete Via Martiri della Libertà in direzione Venezia, superate sulla vostra destra la Fincantieri e il Centro Vega. Appena superato il sovrappasso pedonale (in vetro-plexiglass di recente costruzione) girate subito a destra imboccando via dei Petroli. La percorrete per circa 800 metri e siete arrivati all'Irom beach. Aprite il cancello (è necessario essere soci per accedere all'area) e ...buona surfata.
Rilevazioni Windfinder
Previsione Marea
EoloNordEst
Direttivo 2018-2019
IL DIRETTIVO


Il Consiglio Direttivo 2018-2019 dell’Associazione Sportiva Dilettantistica Windsurf IromBeach Venezia,
è così composto:


Gianpaolo Picchi /// Presidente
-
Achille Burdi /// Vicepresidente
-
Riccardo Bandera /// Segretario
-
Franco Fabbro /// Pubbliche Relazioni
-
Diego Irrera /// Tesoriere
-
Gabriella D’Este /// Consigliere
-
Tommaso Menin /// Consigliere
-
Luigi Nordio /// Consigliere aggiunti
-
Guelfo Bottacin /// Consigliere aggiunti



Realizzazione Awiv Admin 2010(c)
e107, rilasciato sotto licenza GNU GPL.