Menù Principale
Online
Ospiti: 19
Utenti: 0
In questa pagina: 1
Totale: 500, Ultimo: Nicolasspinosa
Compleanni oggi:
Tutti i compleanni di oggi, auguri!
Nic (45)
DelorisMarkuson (34)


Prossimi compleanni
11/12 capiulvelie (32)
11/12 Giorgia (23)
11/12 JonesIrene (32)
Chat Box
You must be logged in to post comments on this site - please either log in or if you are not registered click here to signup

bullet chicopicchi
[28 Nov : 18:56]
Grazie Tante
bullet Livia
[28 Nov : 14:07]
Mi aggrego agli auguri 🤙
bullet nonno gianni
[28 Nov : 12:11]
Tanti auguri al nostro presidente ciao
bullet Gabri
[26 Nov : 12:34]
Soprattutto per le mute in bi foderato non è tanto il collo quanto le spalle. Soprattutto se si sppendono bagnate: il peso le smaglia nel vero senso della parola.....muta a rete!
bullet Rix
[26 Nov : 08:20]
Le ho sempre tenute sull'appendino... adesso capisco perché mi entra acqua dal collo
bullet phil
[25 Nov : 15:08]
👍 Andrea!
bullet andreaa
[25 Nov : 14:46]
@Phil ..io li ho messi con gli attaccapanni e non ho mai avuto problemi... alcune mute le ho da 4 anni... usa un appendino con "saplle parghe" così il peso si distribuisce... ma se Gabriella dice che è meglio tenerle "a metà" ascoltala. Io con l'appendino siccome l'armadio non è troppo alto metto le gambe ripiegate su se stesso.
bullet phil
[25 Nov : 10:10]
Eh si Gabri...lavorando nel settore abbigliamento è un po' una mia "deformazione professionale" 😂 comunque farò così come hai detto, usero' gli appennini da pantalone 😉
bullet Gabri
[25 Nov : 08:58]
Bhe, se l'appendino è un tuo "must" è semplice! Ne usi uno da "completo" e metti la muta sul traverso per i pantaloni! Ed è fatta 😆😂
bullet phil
[25 Nov : 08:26]
Effettivamente vedere le proprie mute appese sull'appendino come un vestito fa più "figo" però non è il caso di guardare la forma ma la sostanza

View all posts (10570)
Forum
Valle Moceniga 20/08/17
phil
Mon Aug 21 2017, 06:33AM

messaggi: 133
Registrato il: Wed Sep 02 2015, 11:52PM
{LOCATION}
Utenti Registrati #6609
Ieri, bora da nord/est, ma per chi, come me, non è avvezzo a Sottomarina, si presenta una nuova opportunità, complice anche il gruppo di whatsapp (croce e delizia, pro e contro) che indicava vento forte in Valle Moceniga.
La Valle Moceniga si trova nel comune di Rosolina (Ro) praticamente a ovest dell'isola di Albarella (tra l'altro credo sia lo spot più vicino in assoluto a casa mia, un quarto d'ora più o meno), e google maps arriva in aiuto indicando come riferimento per il punto preciso di uscita due spot:
il primo, "Porto di Moceniga", dove quando arrivo c'è già Ricky che sembra al Luna Park, Matteo (conosciuto ieri) e Marco che sta armando.
Parlando con Sandro che è lì in "borghese" mi dice che si erano fermati lì in quanto Sottomarina aveva lanciato il "pacco", mentre qui a Moceniga le condizioni erano veramente spettacolari.
Il punto di uscita è comodo da una parte per il parcheggio e lo scivolo larghissimo in cemento che porta in acqua (non scordiamo che è un porticciolo di pescatori di professione), però appena giunti in acqua, dopo pochissimo l'acqua è molto fonda e occorre superare una barriera di scogli, barriera "sfalsata" che, per far capire, dà l'idea di dover uscire compiendo una specie di "S".
Con il vento di ieri superare la barriera di scogli era da tirare degli accidenti (per chi è "piccino" ovvio), il vento arrivava dritto in faccia, ho visto un bravissimo Marco bolinare per bene, ho visto un pur bravo Matteo faticare non poco per cercare in acqua una via alternativa ma cadere e tagliarsi il braccio con gli scogli (per fortuna niente di grave).
Diciamo che, per i meno esperti, volendo si poteva optare per una specie di "sup" a pelle di leone sulla tavola, però boh, sono sincero e capisco i miei limiti, ero preoccupato sia per l'uscita in acqua ma sia per il vento così forte da rischiare di essere spinto su tutta la cordigliera di scogli una volta superato il primo ostacolo.
Lo stesso Sandro, che ben conosce il mio livello, mi aveva, come dire, messo in guardia su queste difficoltà, e vedendole con i miei occhi, ho preferito non uscire ma guardare i più bravi.
Ad un certo punto io e Sandro vediamo spuntare da distante all'orizzonte un windsurf che di certo non era uscito da lì dove eravamo noi...come l'accendersi di una lampadina mi viene in mente che mi era stato detto da un altro windsurfer che la Valle aveva anche un altro punto di uscita, più avanti.
Spinto dalla curiosità accendo il furgone e mi avvio per la stradina asfaltata stretta ma molto panoramica della valle finchè circa un paio di km più avanti vedo un furgoncino parcheggiato e vedo che sta facendo dei bordi il windsurfer che vedevo prima (su google maps il riferimento da tener presente per il punto di uscita preciso è "Valle Casonetto").
Lui vedendomi parcheggiare, un pò insospettito (giustamente, mi ha raccontato poi che tempo addietro gli era stato aperto il furgone e rubato albero e accessori vari), si avvicina a riva, e mi chiede se sono un windsurfer.
Scendo gli scogli a piedi e inizio a parlare con questo ragazzo mai visto prima, Alessandro, che molto gentilmente mi dà un pò di dritte.
Lui preferisce questo spot di uscita in quanto, scogli a parte da fare a piedi con l'attrezzatura in mano, ma non ripidi e anzi con un piccolo "sentierino", si raggiunge l'acqua e per un buon spicchio si tocca e si ha subito "campo aperto" per partire.
Dunque dopo aver parlato per un pò decido di armare anch'io, prima gli chiedo se rimane ancora a fare qualche bordo perchè in ogni caso preferisco non essere mai da solo, dopodichè mi appresto a scendere in acqua.
Qui il vento, sempre da nord/est, arriva un pò più "laterale" e sicuramente è meglio sia per uscire che per rientrare.
Faccio un'oretta avanti e indietro e alcune raffiche mi danno l'impressione di un accenno di planata, tuttavia con vela 4.7, tavola 145 litri e 15 nodi (Alessandro aveva con sè l'anemometro), non potevano che essere solo "sensazioni" di planata.
Ah, tanto da fare cornice e riempire l'occhio, un sacco di cefali, anche di grosse dimensioni, che non so per quale motivo, saltavano continuamente dall'acqua.
Finita la session, mentre disarmiamo, parliamo per conoscerci meglio e per me soprattutto è sempre occasione per carpire quante più dritte possibili da windsurfer più esperti.
Conclusioni finali: lo spot, naturalisticamente parlando, è una "perla", se a noi polesani Eolo non sempre viene a trovarci, ma di certo Dio ha voluto creare qui un ambiente spettacolare fatto di valli nascoste e silenziose, solcate da argini naturali o da stradine strette ma non trafficate.
La Valle Moceniga lavora ottimamente con Bora da Nord, Nord/Est, eventualmente col Levante, ma non con lo Scirocco. (nello spot di uscita di Valle Casonetto su una roccia è stata disegnata una bussola per cui potete meglio orientarvi )
Essendo valle semi-chiusa rispetto al mare adiacente il chop non è rilevante.
Io procedo con la mia evoluzione, conoscendo i miei limiti (e le mie paure) sono uscito dove e quando mi sono sentito più sicuro, perchè alla fin fine, per me il windsurf è innanzitutto divertimento, e pazienza se la planata è ancora distante...io quando sono in acqua non ho fretta...





Livia
Mon Aug 21 2017, 07:20AM


messaggi: 784
Registrato il: Fri Sep 25 2015, 04:44PM
{LOCATION}
Utenti Registrati #6636
Che descrizione e che posti meravigliosi!

Livia,
windsurf smile
Rix
Mon Aug 21 2017, 08:21AM

messaggi: 286
Registrato il: Thu Jun 24 2010, 12:34PM
{LOCATION}
Utenti Registrati #419
Report stupendo phil!! Complimenti per l'uscite e grazie per le dritte chiare e precise... andrò sicuramente a provare quegli spot alla prima occasione utile. Ben fatto

- - -
voglia di surf
 

Salta:     Torna ad inizio pagina

Benvenuto
Nome di Login:

Password:



[ ]
[ ]
Windsurf School ASD Zizzastyle
Unisciti alla passione! Impara anche tu a surfare e planare dominando il vento! La laguna è lo spot ideale per imparare!!
Maggiori info qui, clicca qui http://www.awiv.it/e107_plugins/forum/forum_viewtopic.php?13745

Come arrivare ad Irom Beach


Percorrete Via Martiri della Libertà in direzione Venezia, superate sulla vostra destra la Fincantieri e il Centro Vega. Appena superato il sovrappasso pedonale (in vetro-plexiglass di recente costruzione) girate subito a destra imboccando via dei Petroli. La percorrete per circa 800 metri e siete arrivati all'Irom beach. Aprite il cancello (è necessario essere soci per accedere all'area) e ...buona surfata.
Rilevazioni Windfinder
Previsione Marea
EoloNordEst
Direttivo 2018-2019
IL DIRETTIVO


Il Consiglio Direttivo 2018-2019 dell’Associazione Sportiva Dilettantistica Windsurf IromBeach Venezia,
è così composto:


Gianpaolo Picchi /// Presidente
-
Achille Burdi /// Vicepresidente
-
Riccardo Bandera /// Segretario
-
Franco Fabbro /// Pubbliche Relazioni
-
Diego Irrera /// Tesoriere
-
Gabriella D’Este /// Consigliere
-
Tommaso Menin /// Consigliere
-
Luigi Nordio /// Consigliere aggiunti
-
Guelfo Bottacin /// Consigliere aggiunti



Realizzazione Awiv Admin 2010(c)
e107, rilasciato sotto licenza GNU GPL.