Menù Principale
Online
Ospiti: 13
Utenti: 0
In questa pagina: 1
Totale: 518, Ultimo: STEFANO65
Compleanni oggi:
Nessun compleanno oggi

Prossimi compleanni
25/07 waverdilago (56)
28/07 nicgemello (66)
28/07 Esse (28)
Chat Box
You must be logged in to post comments on this site - please either log in or if you are not registered click here to signup

bullet Livia
[18 Jul : 21:36]
Ho un amico in cerca di un albero rdm 400 della North; se qualcuno ha qualcosa, vi metto in contatto.
bullet Livia
[16 Jul : 08:19]
😊 🤙 prego Gabri . Dalle sei e mezza alle sette e mezza in acqua oggi, due windsurfisti e due kiters, si planava bene ma alle sette e venti è diventato forte in un nano secondo mentre stavo strambando e sono stata scaraventata in acqua durante una strambata, bello scontro testa albero. Caschetto? Ah già in macchina. Serve tanto là.
bullet Gabri
[15 Jul : 22:33]
Bella foto, grazie Livia!
bullet Livia
[14 Jul : 23:05]
Esatto Gabri, è quello che avevo scritto anch’io. La famiglia è la stessa, uno degli obiettivi dei produttori è proprio quello che hai centrato: estendere la reputazione del nome dallo show al windsurf.
bullet Gabri
[14 Jul : 22:25]
Forse non la conoscete ma la Duitone è un'ottima marca di tavole da snow
bullet Livia
[14 Jul : 21:14]
He he he come stroncare un marchio sul nascere; quanto alle North, hai visto Zizza, sei un futurista.
bullet ASD ZizzaStyle
[14 Jul : 21:04]
La Du.cotone invece si , devo tinteggiare gli inter_ni
bullet ASD ZizzaStyle
[14 Jul : 21:01]
Le North non esistono per me, dal 2003

View all posts (10141)
Forum
Sottomarina l’amica che agisce per il tuo bene …. “Riuscirei anche se sono una ragazza … ” :) :) :)
Livia
Mon Feb 06 2017, 06:25PM


messaggi: 741
Registrato il: Fri Sep 25 2015, 04:44PM
{LOCATION}
Utenti Registrati #6636

questa è per te che hai rifiutato il mio aiuto perché “ti serviva un uomo ….”, hai trovato proprio la persona giusta cui dirlo … ma mi hai fatto ridere, mille volte smack …
Via con il report ….
Il buon Matteo mi aveva scritto poco prima del mio arrivo che non era molto forte … a conti fatti, conoscendo il suo livello, ma soprattutto il mio, ed ancora con la paura presa per quello che ho rischiato a fare i fuori pista sullo snowboard da sola (grazie Roby per le dritte), ho pensato che era più prudente uscire con la 3,7.
Armata “alla bell’ e meglio” per essere una vela che non conosco minimamente e senza il suo albero, sono arrivata in riva al mare, all’incirca poco dopo le undici, ed ero già stanca … mamma mia ogni volta fare quella strada con il vento, mi metto ko … vecchia sono.
Riconosco Seba e sapevo esserci Matteo e il nuovo direttore del Pier, come ho scoperto oggi, Fabietto . . . chiedersi cosa ci facevo io, pulce, in mezzo ai quei giganti era troppo tardi, quindi sono entrata in acqua.
Il bordo ad uscire è stato planante, a stecca, ma era una stecca al limite e mi sono chiesta in cosa stessi sbagliando; il bordo al rientro, ovviamente la strambata non è riuscita, era una bomba, al che mi sono ricordata di un vecchio report di Rix a Sottomarina con la 4,8, in cui diceva che rientrando, con l’aiuto delle onde, era riuscito a planare;
come riesca a pensare ai reports quando sono in acqua è uno dei tanti misteri della mia psiche sui cui ho smesso di indagare, ad ogni modo è una conferma del fatto che i reports servono sempre.
Rientrando ho tentato un’altra strambata, cribbio, per un quasi pelo la terminavo … poi … splash. Le virate manco le provo al mare, anche se vedo che c’è qualcuno che riesce a farle, ma, a mio modesto avviso, sono una fatica “ingiustificata”: si tenta la strambata, che prima o poi, più poi che prima nel mio caso, riesce. Prima soddisfazione dell’uscita di oggi, è stata che, al primo bordo, nel rientrare, sono tornata all’altezza del punto di partenza, senza ritrovarmi 30 kilometri più in basso … evviva! Probabilmente è merito delle tre pinne, ma “evviva!” comunque. La seconda soddisfazione è stata tornare viva.
Dal secondo bordo in poi, ahimè, sono iniziati i guai … fatica ad uscire dalle onde, il coraggio che cercavo di darmi con la voce non bastava (“forza Livia, partenza, trapezio e via”) … ogni tanto, anzi “ogni poco”, sono riuscita a superare le ondine, ma era davvero dura, e non capivo perché … nel frattempo Seba mi gironzolava attorno, anzi “mi faceva le capriole sopra la testa”, e dentro di me pensavo solo, “fai la disinvolta Livia”che se c’è una cosa che proprio non mi piace è farmi vedere in difficoltà, primo perché non voglio far perdere tempo a nessuno, secondo perché alla fine in difficoltà a Sottomarina non si è quasi mai … è mare, ma è un posto sicuro, e mal che vada rotoli in spiaggia.
A questo punto dell’uscita era già da un po’ che il tempo in acqua era maggiore rispetto a quello sulla tavola: nessun problema di temperatura, muta, 5/4/3 mm ( per i più piccini, 5 torace, 3 braccia, 4 gambe) e manopole superflue.
Ritornando alle mie prestazioni da “pesce fuor d’acqua”, alla fine, senza planare, sono riuscita a superare quasi serenamente le varie onde, e speravo di incrociare Seba, giusto per la soddisfazione personale di far vedere che ero “riuscita ad uscire”; mentre scrivo, penso “ma sai quanto gli poteva interessare      .
Speravo che fuori il vento fosse più forte, ma la 3,7 mi ha chiaramente detto “Nun c'a facchio cchiu” … tu che come me, guardi un posto al sole, dovresti riconoscere l’idioma …. Tranquillo, non farò il tuo nome, sarà il nostro piccolo segreto
A quel punto, ho capito che manco la partenza dall’acqua ci poteva stare … avevo sbagliato misura, troppo piccola, e non c’erano santi … neanche i consigli al volo, letteralmente al volo, datimi da Matteo non sono serviti, era davvero troppo piccola.
Quindi, ho ripensato a Rix, alla spinta delle onde e, no, non ho planato, mi sono semplicemente appoggiata alla tavola ed ho aspettato di arrivare a riva, quando ho cominciato a sentire un po’ di freddo, mi sono distesa sulla tavola e lì avevo capito che la mia uscita trionfale era finita!
Che dire, ci ho provato, e qualcosa, poco, ma è comunque uscito: di una cosa, sono abbastanza sicura, visto il secondo, e, ehm, ultimo, bordo planante che ho fatto al rientro … la 3,7 prima delle undici per me era più che sufficiente, anche confrontandomi con Matteo, davanti ad un piatto di pasta, siamo arrivati alla stessa conclusione.
A proposito, lui era con una 4,2 ed un 74 litri (forse 78) … mamma mia!!! E comunque mi aveva detto che lui la 4,2 per la prima parte dell’uscita l’aveva bella piena.
Visto …. Neanche un’emozione, ho cercato di essere il più tecnica e professionale possibile.
Si potrebbe pensare che come uscita non sia servita a nulla: GIAMMAI!!! Le uscite, anche quelle apparentemente non riuscite, servono sempre e poi, Sottomarina è l’amica che ti fa soffrire un pochino, ma lo fa perché ti vuole bene e vuole vederti progredire (adesso, non è che proprio, proprio, posso rinunciare a tutto il mio lato emotivo).
Un abbraccio salato,
L.



Livia,
windsurf smile
Livia
Mon Feb 06 2017, 07:17PM


messaggi: 741
Registrato il: Fri Sep 25 2015, 04:44PM
{LOCATION}
Utenti Registrati #6636
Ho dimenticato un dettaglio, riportato alla mente da un amico: 105 litri freestyle wave... perfetto!!! L'ho fatto soffrire un po', ma nessun problema, neanche per il volume.

Livia,
windsurf smile
AK
Fri Feb 10 2017, 11:13AM


messaggi: 226
Registrato il: Sat Dec 14 2013, 09:08PM
{LOCATION}
Utenti Registrati #4452
LA TAVOLA è FREE WAVE .... Più WAVE trifin che free...ma di freestyle non ha nulla...

Livia
Fri Feb 10 2017, 11:22AM


messaggi: 741
Registrato il: Fri Sep 25 2015, 04:44PM
{LOCATION}
Utenti Registrati #6636
Non mi pronuncio perché non ho mai avuto un freestyle, nè sarei in grado di descriverne le caratteristiche, non essendo ancora in grado di fare freestyle; io con quella tavola mi trovo bene e plano in qualunque contesto. Oltre non vado, data la mia limitata esperienza e competenza.

Livia,
windsurf smile
Livia
Fri Feb 10 2017, 12:44PM


messaggi: 741
Registrato il: Fri Sep 25 2015, 04:44PM
{LOCATION}
Utenti Registrati #6636
Aggiungo che personalmente non l'ho presa con intenzione di farci freestyle... magari potessi. Per il freestyle so già chi sarà la prossima.

Livia,
windsurf smile
 

Salta:     Torna ad inizio pagina

Benvenuto
Nome di Login:

Password:



[ ]
[ ]
Windsurf School ASD Zizzastyle
Unisciti alla passione! Impara anche tu a surfare e planare dominando il vento! La laguna è lo spot ideale per imparare!!
Maggiori info qui, clicca qui http://www.awiv.it/e107_plugins/forum/forum_viewtopic.php?13745

Come arrivare ad Irom Beach


Percorrete Via Martiri della Libertà in direzione Venezia, superate sulla vostra destra la Fincantieri e il Centro Vega. Appena superato il sovrappasso pedonale (in vetro-plexiglass di recente costruzione) girate subito a destra imboccando via dei Petroli. La percorrete per circa 800 metri e siete arrivati all'Irom beach. Aprite il cancello (è necessario essere soci per accedere all'area) e ...buona surfata.
Rilevazioni Windfinder
Previsione Marea
EoloNordEst
Direttivo 2018-2019
IL DIRETTIVO


Il Consiglio Direttivo 2018-2019 dell’Associazione Sportiva Dilettantistica Windsurf IromBeach Venezia,
è così composto:


Gianpaolo Picchi /// Presidente
-
Achille Burdi /// Vicepresidente
-
Riccardo Bandera /// Segretario
-
Franco Fabbro /// Pubbliche Relazioni
-
Diego Irrera /// Tesoriere
-
Gabriella D’Este /// Consigliere
-
Tommaso Menin /// Consigliere
-
Luigi Nordio /// Consigliere aggiunti
-
Guelfo Bottacin /// Consigliere aggiunti



Realizzazione Awiv Admin 2010(c)
e107, rilasciato sotto licenza GNU GPL.