Menù Principale
Online
Ospiti: 8
Utenti: 0
In questa pagina: 1
Totale: 517, Ultimo: EdoardoErcole
Compleanni oggi:
Nessun compleanno oggi

Prossimi compleanni
25/07 waverdilago (56)
28/07 nicgemello (66)
28/07 Esse (28)
Chat Box
You must be logged in to post comments on this site - please either log in or if you are not registered click here to signup

bullet Livia
[14 Jul : 23:05]
Esatto Gabri, è quello che avevo scritto anch’io. La famiglia è la stessa, uno degli obiettivi dei produttori è proprio quello che hai centrato: estendere la reputazione del nome dallo show al windsurf.
bullet Gabri
[14 Jul : 22:25]
Forse non la conoscete ma la Duitone è un'ottima marca di tavole da snow
bullet Livia
[14 Jul : 21:14]
He he he come stroncare un marchio sul nascere; quanto alle North, hai visto Zizza, sei un futurista.
bullet ASD ZizzaStyle
[14 Jul : 21:04]
La Du.cotone invece si , devo tinteggiare gli inter_ni
bullet ASD ZizzaStyle
[14 Jul : 21:01]
Le North non esistono per me, dal 2003
bullet Livia
[14 Jul : 16:27]
Credo di conoscerla quell’intervista😊😉.
bullet phil
[14 Jul : 16:23]
C'è un'interessante intervista che ho trovato in internet sul sito di 4surf che spiega un po' il motivo che ha portato a ciò... diciamo a quei livelli il "gioco" dei marchi e delle multinazionali che ci sono dietro è una cosa che si fa fatica a capire per quanto "contorta" sia... tuttavia, il migliore in bocca al lupo a chi ci crede e investe di questi tempi!
bullet Livia
[14 Jul : 16:17]
Il nome, che è lo stesso di una tavola da snowboard di qualche anno fa, non piace a molti; per il resto si vedrà, a me la notizia ha lasciato abbastanza indifferente, anche se, in tempi come questi veramente difficili in molti settori, vedere qualcuno che si mette in gioco, che ci crede ed osa, fa pensare che qualcosa stia cambiando.... chissà.
bullet phil
[14 Jul : 15:32]
E' una notizia eccome Livia...ci saranno certamente molti "affezionati" che non digeriranno bene la cosa, anche se il materiale dovrebbe avere sempre le medesime caratteristiche...poi c'è chi, come me, che magari è attratto da un nome e un logo, e quando cambia graficamente (in peggio) storce il naso...

View all posts (10137)
Forum
...
Livia
Sun Jun 26 2016, 11:16PM


messaggi: 739
Registrato il: Fri Sep 25 2015, 04:44PM
{LOCATION}
Utenti Registrati #6636
Che il windsurf sia uno sport per tutti, lo sappiamo: donne, uomini, bimbi ed adulti, basta starci bene ed amarlo almeno un pochino.
Per me che lo ho amato dalla prima volta, e che ogni giorno lo amo come la prima volta, questi giorni sono stati di fuoco: impegnativi, di enorme disciplina, dolore e sempre emozione.
Questa mattina sei lunghi, lunghissimi, interminabili bordi dal Pier fino all’altra costa, qualcuno forse non ci crederà, ma così è stato ed il primo bordo, ho avuto una paura che non si può descrivere: la velocità, l’acqua, la tavola…. Tutto correva come se non ne avessi controllo, ed avrei voluto mollare tutto, ma mi sono imposta di non farlo, di resistere perché arrivare a planare con una 122 litri al Garda, dopo la 165, a quella velocità, non è una cosa che puoi mollare: la paura la tieni per dopo.
Alla fine del primo bordo mi sono buttata in acqua, di proposito, per riprendermi, capire se ero serena (non lo ero) e non mi sono fatta prendere da nessun tipo di emozione, ho solo pensato che dovevo recuperare la vela e tornare al Pier, sotto l’occhio attento di Fabio Calò e con qualche suo urlo che risuonerà per parecchi anni nella mia mente.
Guardiamo le gallerie, ripartiamo in planata, qualche ripresa sull’assetto ed è di nuovo grande velocità, vento, acqua, adrenalina e le ginocchia che tremano: come ci sia riuscita a non cadere con le gambe tremolanti, rimarrò un mistero.
Fabio mi guarda, mi chiede se sto bene, viriamo e via……e questa volta, le ginocchia sono ferme, il cuore batte a mille, la direzione è giusta ed il risultato è che alla fine del bordo, mi tuffo, guardo Fabio e scoppiamo a ridere.
Non riesco a dire di più (per la gioia di Achille) e non mi sono nemmeno espressa bene, perché quello che provo ancora lo voglio tenere dentro di me, e poi sono sensazioni che si possono trasferire solo con gli sguardi;
ci sarebbero cose da dire sulla tecnica, gli errori, i progressi, ma non oggi.
Dico solo una cosa: adesso è 116 litri, non sarà semplice, ma mi sentivo pronta e l’ho portata a casa.
Un abbraccio,
L.


Livia,
windsurf smile
 

Salta:     Torna ad inizio pagina

Benvenuto
Nome di Login:

Password:



[ ]
[ ]
Windsurf School ASD Zizzastyle
Unisciti alla passione! Impara anche tu a surfare e planare dominando il vento! La laguna è lo spot ideale per imparare!!
Maggiori info qui, clicca qui http://www.awiv.it/e107_plugins/forum/forum_viewtopic.php?13745

Come arrivare ad Irom Beach


Percorrete Via Martiri della Libertà in direzione Venezia, superate sulla vostra destra la Fincantieri e il Centro Vega. Appena superato il sovrappasso pedonale (in vetro-plexiglass di recente costruzione) girate subito a destra imboccando via dei Petroli. La percorrete per circa 800 metri e siete arrivati all'Irom beach. Aprite il cancello (è necessario essere soci per accedere all'area) e ...buona surfata.
Rilevazioni Windfinder
Previsione Marea
EoloNordEst
Direttivo 2018-2019
IL DIRETTIVO


Il Consiglio Direttivo 2018-2019 dell’Associazione Sportiva Dilettantistica Windsurf IromBeach Venezia,
è così composto:


Gianpaolo Picchi /// Presidente
-
Achille Burdi /// Vicepresidente
-
Riccardo Bandera /// Segretario
-
Franco Fabbro /// Pubbliche Relazioni
-
Diego Irrera /// Tesoriere
-
Gabriella D’Este /// Consigliere
-
Tommaso Menin /// Consigliere
-
Luigi Nordio /// Consigliere aggiunti
-
Guelfo Bottacin /// Consigliere aggiunti



Realizzazione Awiv Admin 2010(c)
e107, rilasciato sotto licenza GNU GPL.