Menù Principale
Online
Ospiti: 14
Utenti: 0
In questa pagina: 1
Totale: 507, Ultimo: DominicGalison
Compleanni oggi:
Nessun compleanno oggi

Prossimi compleanni
18/01 Maria (42)
19/01 afodiha (31)
20/01 Salvo (57)
Chat Box
You must be logged in to post comments on this site - please either log in or if you are not registered click here to signup

bullet Livia
[17 Jan : 19:22]
Vedi link...
bullet Livia
[17 Jan : 16:55]
Lo è Cokerino, oggi ho provato uno spot nuovo. Sono riuscita a superare la prima onda dopo innumerevoli tentativi, stando in acqua non voglio pensare quanto tempo e correndo a riprendere l'attrezzatura perché non finisse contro uno scoglio. Ci sono riuscita una volta sola, ora stiamo correndo da un'altra parte... seguirà report. Grazie per l'incoraggiamento, si aggiunge ad uno che ho ricevuto in spiaggia oggi "Ca....ooooooooo supera quell' onda o non farai mai windsurf nella tua vita". L'ho superata.
bullet COKERINO
[17 Jan : 11:11]
Molto belle le foto.... mi sembra più che impegnativo....... FORZA LIVIA
bullet Livia
[16 Jan : 17:11]
Spero facciano piacere
bullet Livia
[16 Jan : 17:11]
Vedi link... Per Gabri, Luke and co
bullet Gigi crostatina
[16 Jan : 13:47]
Auguroni Gaia !!!!!
bullet Livia
[16 Jan : 08:59]
Precisa come sempre Gabri. 🤙🏻🤙🏻🤙🏻
bullet Gabri
[16 Jan : 07:00]
Mi permetto di allacciarmi al discorso vele. Per quanto riguarda l'utilizzo di una vela Free Style per fare Wave e viceversa è possibile in entrambi i casi. Solo questione di gusti, di livello e sensibilità. La costruzione di una Free Stile è più leggera e meno rinforzata oltre che aver materiali più fini. Le FS moderne rispetto alle wave che potevano essere usate anche per freestyle fino a 10 anni fa, hanno più grasso verticale sul giro d’albero e meno orizzontale per potersi infilare nel vento nelle manovre duck. Inoltre hanno grasso più alto e balumina più chiusa per avere tiro immediato. Ovviamente sono meno stabili. Le wave hanno più profilo sotto le stecche. Puoi usare una vela Wave per fare Free Style se non fai manovre in duck tipo flaka e spock. Se fai Wave con una FS è magari sufficiente dare più tensione di caricabasso per aprire di più la balumina e non avere un trattore in mano quando vai a fare il cut back.
bullet Livia
[16 Jan : 06:42]
Sette e quaranta... li ho buttati giù dal letto tutti, si parte per il Capo di buona speranza; ero preoccupata per la schiena, ho sottovalutato un'onda ieri, senza buttarmi sotto la schiuma, ma tutto in ordine. Speriamo di riuscire a combinare qualcosa di buono.
bullet Livia
[15 Jan : 10:24]
Obiettivi da raggiungere in questi giorni stabiliti: partenza in planata immediata e saltare sulle onde. Caschetto ed impact vest pronti.

Forum
...
Livia
Sun Jun 26 2016, 11:16PM


messaggi: 635
Registrato il: Fri Sep 25 2015, 04:44PM
{LOCATION}
Utenti Registrati #6636
Che il windsurf sia uno sport per tutti, lo sappiamo: donne, uomini, bimbi ed adulti, basta starci bene ed amarlo almeno un pochino.
Per me che lo ho amato dalla prima volta, e che ogni giorno lo amo come la prima volta, questi giorni sono stati di fuoco: impegnativi, di enorme disciplina, dolore e sempre emozione.
Questa mattina sei lunghi, lunghissimi, interminabili bordi dal Pier fino all’altra costa, qualcuno forse non ci crederà, ma così è stato ed il primo bordo, ho avuto una paura che non si può descrivere: la velocità, l’acqua, la tavola…. Tutto correva come se non ne avessi controllo, ed avrei voluto mollare tutto, ma mi sono imposta di non farlo, di resistere perché arrivare a planare con una 122 litri al Garda, dopo la 165, a quella velocità, non è una cosa che puoi mollare: la paura la tieni per dopo.
Alla fine del primo bordo mi sono buttata in acqua, di proposito, per riprendermi, capire se ero serena (non lo ero) e non mi sono fatta prendere da nessun tipo di emozione, ho solo pensato che dovevo recuperare la vela e tornare al Pier, sotto l’occhio attento di Fabio Calò e con qualche suo urlo che risuonerà per parecchi anni nella mia mente.
Guardiamo le gallerie, ripartiamo in planata, qualche ripresa sull’assetto ed è di nuovo grande velocità, vento, acqua, adrenalina e le ginocchia che tremano: come ci sia riuscita a non cadere con le gambe tremolanti, rimarrò un mistero.
Fabio mi guarda, mi chiede se sto bene, viriamo e via……e questa volta, le ginocchia sono ferme, il cuore batte a mille, la direzione è giusta ed il risultato è che alla fine del bordo, mi tuffo, guardo Fabio e scoppiamo a ridere.
Non riesco a dire di più (per la gioia di Achille) e non mi sono nemmeno espressa bene, perché quello che provo ancora lo voglio tenere dentro di me, e poi sono sensazioni che si possono trasferire solo con gli sguardi;
ci sarebbero cose da dire sulla tecnica, gli errori, i progressi, ma non oggi.
Dico solo una cosa: adesso è 116 litri, non sarà semplice, ma mi sentivo pronta e l’ho portata a casa.
Un abbraccio,
L.


Livia,
cadere in modo da ripartire subito, perché il windsurf è il mio punto fisso detto fuoco.

 

Salta:     Torna ad inizio pagina

Benvenuto
Nome di Login:

Password:



[ ]
[ ]
Come arrivare ad Irom Beach


Percorrete Via Martiri della Libertà in direzione Venezia, superate sulla vostra destra la Fincantieri e il Centro Vega. Appena superato il sovrappasso pedonale (in vetro-plexiglass di recente costruzione) girate subito a destra imboccando via dei Petroli. La percorrete per circa 800 metri e siete arrivati all'Irom beach. Aprite il cancello (è necessario essere soci per accedere all'area) e ...buona surfata.
Rilevazioni Windfinder
Previsione Marea
Intestazione




Data di pubblicazione: Non conosciuto(a)
Dettagli
EoloNordEst
News del 2018
LuMaMeGiVeSaDo
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031 
 
Feed RSS
Le news possono essere distribuite con sistema RSS.
rss1.0
rss2.0
rdf


Realizzazione Awiv Admin 2010(c)
e107, rilasciato sotto licenza GNU GPL.