Menù Principale
Online
Ospiti: 22
Utenti: 1, Livia
In questa pagina: 1
Totale: 518, Ultimo: STEFANO65
Compleanni oggi:
Nessun compleanno oggi

Prossimi compleanni
25/08 ita4012 (49)
25/08 icebatif (33)
27/08 bobbitx (54)
Chat Box
You must be logged in to post comments on this site - please either log in or if you are not registered click here to signup

bullet Livia
[19 Aug : 12:29]
😂😂😂 contenta di esserti stata d’aiuto.
bullet andreaa
[18 Aug : 21:58]
Si Livia, grazie della dritta nel vero senso della parola.
bullet Livia
[18 Aug : 18:56]
Ottimo Andrea, hai notato la differenza uscendo mure a dritta?
bullet andreaa
[18 Aug : 15:36]
Lago Morto: https://youtu.be/n0Xey7PTXys
bullet andreaa
[17 Aug : 20:58]
Scusate ma l'anemometro di Conche ...ritornerà attivo? Potete contattare chi può sistermarlo?
bullet Livia
[17 Aug : 16:41]
P.s. Le foglie non mentono mai.
bullet Livia
[17 Aug : 16:39]
Bravo Phil, le tue indicazioni sono utilissime. Oggi Pier con 4 ore belle intense, 5,1 leggermente grande ma gestibile. Appena appena light la prima mezz’ora, buono per fare esercizi in condizioni più difficili, poi a palla di cannone. Belle emozioni.
bullet ASD ZizzaStyle
[17 Aug : 15:32]
Quindi il metodo " guardare le foglie " funziona ancora!
bullet phil
[16 Aug : 21:18]
È da segnalare il fatto che la bora di questi giorni ha "saltato" Sottomarina o comunque l'ha lambita appena. Da Sottomarina verso sud il primo anemometro è quello di Porto Barricata ma ci sono almeno una 40ina di km in mezzo che non sono monitorati da strumenti ma in cui può soffiare il vento più di Sottomarina e di Barricata. Diciamo che oggi ci è venuto in aiuto anche il fatto di essere local e aver visto gli alberi del giardino muoversi troppo per non promettere bene
bullet phil
[16 Aug : 21:06]
Stamattina ho fatto "doppietta", gli anemometri di Porto Barricata segnavano bora 13/16, ma questa volta non sono andato in Sacca bensì in Valle Moceniga a Rosolina. Rispetto a ieri è durato di più e le raffiche hanno superato i 16/17 nodi come da anemometro del mio compagno d'avventura. Bella mattinata davvero, due orette planate bene!

View all posts (10233)
La Bora, una malattia?
La Bora, una malattia?

Dal sito dell'Università degli Studi di Milano: Biometeorologia della bora

La bora è un vento molto freddo che soffia relativamente secco in Valpadana e molto più umido sulle regioni adriatiche. Proviene da nord-est e cioè dalle gelide pianure dell’Europa orientale con raffiche anche superiori ai 100 km/h, in modo particolare durante la stagione invernale e agli inizi della primavera.
Reca con se freddo sul Nord Italia con annuvolamenti sparsi e nevicate anche abbondanti, sull’Emilia Romagna, le Marche e l’Abruzzo. che possono perdurare anche qualche giorno, in modo particolare se contemporaneamente si forma una zona di bassa pressione sul medio o basso Tirreno.

Disturbi causati dalla Bora

Sollecita molto i nervi, i tendini e i muscoli e pertanto colpisce con dolori nevralgici e mialgici tutti quei soggetti sofferenti di artropatie, in modo particolare gli anziani affetti da osteoartrosi diffusa.
Trattandosi di un vento freddo provoca vasocostrizione, per cui determina disturbi alla circolazione aggravando eventuali patologie cardiovascolari soprattutto nelle persone di oltre 60 anni afflitte da cardiopatie scompensate (coronaropatie).
Altra caratteristica della bora e di risvegliare le cefalee, specialmente quelle muscolo tensive, con aggravamenti che possono perdurare per molti giorni.

Prevenzione

La prevenzione della sintomatologia da Bora si attua prevalentemente con l’uso di qualche Fans, seppure in piccole dosi, per non alterare la mucosa gastrica o la funzionalità epatica.
Durante il vento di Bora è molto utile, specie durante i mesi invernali, usare indumenti pesanti, in modo particolare agli arti inferiori, per non causare pericolo di alterazioni circolatorie, dovute alla vasocostrizione, piuttosto più la temperatura è bassa.
Ancora proteggere sempre l’albero respiratorio cercando di respirare sempre attraverso il naso e non con la bocca. L’aria piuttosto fredda e secca della Bora deve prima passare sempre per il naso per essere riscaldata ed umidificata.
Se passa prima per la bocca giunge subito in faringe e laringe, come è ovvio, non riscaldata né umidificata e pertanto provoca noiose e prolungate infiammazioni che poi, se non curate a dovere, possono scendere in trachea, nei bronchi ed in qualche caso perfino nei polmoni.


Posted by Amministratore on Wednesday 09 January 2008 - 09:02:21 | Read/Post Comment: 0

Devi essere loggato per inserire commenti su questo sito - Per favore loggati se sei registrato, oppure premi qui per registrarti
Benvenuto
Nome di Login:

Password:



[ ]
[ ]
Windsurf School ASD Zizzastyle
Unisciti alla passione! Impara anche tu a surfare e planare dominando il vento! La laguna è lo spot ideale per imparare!!
Maggiori info qui, clicca qui http://www.awiv.it/e107_plugins/forum/forum_viewtopic.php?13745

Come arrivare ad Irom Beach


Percorrete Via Martiri della Libertà in direzione Venezia, superate sulla vostra destra la Fincantieri e il Centro Vega. Appena superato il sovrappasso pedonale (in vetro-plexiglass di recente costruzione) girate subito a destra imboccando via dei Petroli. La percorrete per circa 800 metri e siete arrivati all'Irom beach. Aprite il cancello (è necessario essere soci per accedere all'area) e ...buona surfata.
Rilevazioni Windfinder
Previsione Marea
EoloNordEst
Direttivo 2018-2019
IL DIRETTIVO


Il Consiglio Direttivo 2018-2019 dell’Associazione Sportiva Dilettantistica Windsurf IromBeach Venezia,
è così composto:


Gianpaolo Picchi /// Presidente
-
Achille Burdi /// Vicepresidente
-
Riccardo Bandera /// Segretario
-
Franco Fabbro /// Pubbliche Relazioni
-
Diego Irrera /// Tesoriere
-
Gabriella D’Este /// Consigliere
-
Tommaso Menin /// Consigliere
-
Luigi Nordio /// Consigliere aggiunti
-
Guelfo Bottacin /// Consigliere aggiunti



Realizzazione Awiv Admin 2010(c)
e107, rilasciato sotto licenza GNU GPL.